Passeggiare ad Amsterdam: un modo diverso di viverla

Passeggiare ad Amsterdam

Quando sono stata ad Amsterdam avevo intenzione di noleggiare una bicicletta, visto che è conosciuta come una delle capitali europee da scoprire tramite un tour in bici, ma alla fine, mi sono lasciata andare al piacere di lunghe passeggiate tra i suoi canali e la sua architettura mozzafiato.

Amsterdam è una città che regala emozioni anche senza dover spendere 15 euro per museo, anche se alcuni di loro sono proprio da vedere, come ad esempio quello di Van Gogh e il Rijksmuseum, famoso per custodire alcune delle opere del pittore Rembrant.

Passeggiare ad Amsterdam

Una volta che ci si lascia sopraffare dal piacere di passeggiare ad Amsterdam quasi non ci si accorge di macinare chilometri e chilometri, tanto è il piacere di perdersi tra i suoi canali e, perchè no, tra i suoi coffè shop, i miei colleghi hanno addirittura stilato una top 10 dei migliori coffee shop di Amsterdam.

Sono rimasta affascinata dalle house boat attraccate ai lati dei canali, numerose e diversissime tra loro, alcune private, altre, invece, dei veri e proprio ostelli, come ad esempio l’Hotelboat, una chiatta costruita nel 1970 che oggi vede come flotta un capitano e una cuoca e, da non crederci, c’è pure il wifi! Oppure anche l’Intersail Amsterdam – Christine, una piccola houseboat dal pavimento in parquet.

Intersail Amsterdam

Gli olandesi sfrecciano in sella alle loro biciclette, tanto che bisogna stare un po’ attenti, non solo quando si è in procinto di attraversare la strada. Vedere Amsterdam in bici è sicuramente un’esperienza da fare, ma passeggiare fa vivere la città in slowmotion, si riescono ad apprezzare i dettagli di un giardino nascosto, come quello di Begijnhof, ma non solo, ce ne sono moltissimi altri e se avete la fortuna di farvi guidare da un local expert ne scoverete diversi, che magari gli olandesi stessi non conoscono.

Potrebbe interessarti anche: I giardini nascosti di Amsterdam

Il quartiere a luci rosse rappresenta la zona più antica di Amsterdam e passeggiarci di notte o di giorno, cambia radicalmente la sua percezione. Vederlo durante la notte, quando la città si trasforma e indossa gli abiti di una signora peccaminosa, è un modo per immergersi in una realtà che nel nostro paese ancora non esiste. Passeggiare ad Amsterdam nel quartiere a luci rosse di giorno, invece, è come essere catapultati in un mondo diverso rispetto a quello visto sotto la luce delle stelle e dei neon color rubino, quasi non lo si riconosce, per lo meno non subito, perchè l’occhio si poggia su un’architettura di altri tempi, sulla Oude Church che maestosa sovrasta Oudekerksplein.

Vondelpark

Un consiglio: prenditi un’oretta per passeggiare a Vondelpark, dove gli olandesi fanno jogging e si fermano ad ascoltare i concerti gratuiti di musica classica e jazz, ma è possibile anche partecipare agli eventi saltuariamente organizzati.

Passeggiare ad Amestardam vuol dire anche un po’ conquistarsela, sudarsela, vuol dire perdersi se si decide di buttare via la cartina e di non guardare Google maps sullo smatphone, vuoi sapere un trucco? Per non perdersi del tutto, basta attraversare sempre i canali!

E tu, hai il coraggio di lasciarti guidare dalle sue strade?

Lascia un commento