54. Biennale d’Arte a Venezia – News e dritte su dove dormire

Dal 4 giugno al 27 novembre Venezia tornerà ad essere la capitale internazionale della cultura, grazie alla cinquantaquattresima edizione della Biennale d’arte.

L’Esposizione Internazionale d’Arte si terrà come da consuetudine presso le sedi dell’Arsenale e dei Giardini di Venezia, oltre ai numerosi padiglioni esterni sparsi per la città che spesso sono di ottimo livello e rappresentano un ottimo spunto per scoprire zone di Venezia meno note e battute dal turismo. La Biennale sarà quest’anno curata da Bice Curiger (curatrice alla Kunsthaus di Zurigo, cofondatrice e capo redattrice della rivista Parkett e direttrice editoriale della rivista della Tate Gallery di Londra.) e il titolo dell’esposizione sarà ILLUMInazioni (ILLUMInations): un tema che, a detta della curatrice, sarà fortemente influenzato dal lavoro di Tintoretto (la ricerca della luce e il coivolgimento emotivo dello spettatore) e punterà a far luce sullo sviluppo dell’arte contemporanea in un mondo sempre più globalizzato (da cui il gioco di parole con la parola nazioni).

Molti i paesi esordienti, che partecipano per la prima volta all’esposizione veneziana, tra cui Andorra, Arabia Saudita, Bahrain, Bangladesh, Malesia, Ruanda. Anche per questa edizione si prevedono selezionati Eventi collaterali, proposti da enti e istituzioni internazionali, che allestiranno le loro mostre e le loro iniziative a Venezia in concomitanza con la 54. Esposizione.
E anche quest’anno HostelsClub sarà il sito di riferimento per chiunque cerchi un ostello economico a Venezia per riposare dopo un abbuffata d’arte. Eh sì, perché mai come in questa edizione HostelsClub ha una vastissima disponibilità di letti con un’offerta di alloggi low cost per tutti i gusti.
Partiamo proprio dai backpackers che su HostelsClub troveranno pane per i loro denti: è possibile alloggiare con soli 22 euro presso l’Ostello di Venezia, situato sull’Isola della Giudecca, in una posizione ideale sia per raggiungere le sedi della Biennale, sia per arrivare alle principali attrazioni della città, come la celeberrima Piazza San Marco.
Altrimenti proponiamo un soggiorno lowcost presso l’Ostello Santa Fosca, che per 23 euro a notte garantisce un’ottima sistemazione a pochi passi dalla stazione dei treni e in pieno centro città: l’ostello si trova infatti nel sestiere di Cannaregio, dove si possono trovare moltissimi negozi e locali tipici, insomma una zona ideale per gustarsi la venezianità. Sempre in quella zona troviamo il Downtown Backpackers Hostel Venice la scelta ideale se preferisci soggiornare in una stanza privata (una doppia costa appena 49€) e se cerchi una cucina ad uso degli ospiti.
A partire da metà luglio l’offerta di ostelli a Venezia sarà ancora più alta, visto che si potranno prenotare anche la residenza Junghans e l’ostello Maria Ausiliatrice. Entrambi sono ottimi ostelli che dispongono sia di stanze private, sia di stanze condivise ad ottimi prezzi. L’ostello Junghans ha un’ampia capienza ed è ideale anche per grandi gruppi, mentre la residenza Maria Ausiliatrice è una sistemazione davvero strategica per chi voglia alloggiare nei pressi della biennale, visto che si trova a metà tra i Giardini e l’Arsenale, raggiungibili entrambi a piedi in un paio di minuti.
Potremmo dilungarci a lungo, elencando tutti gli ostelli economici, i budget hotel e i B&B disponibili a Venezia con prezzi lowcost, ma il concetto è già chiaro. Quest’anno non puoi perderti la Biennale d’arte di Venezia e scegli HostelsClub per trovare in tutta failità il tuo alloggio lowcost a Venezia!

1 Comment

  1. business says:

    Sara aperta al pubblico dal 10 febbraio al 31 luglio 2010 a Ca Giustinian – rinnovata sede della Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta – la mostra La Biennale di Venezia 1979-1980. ..A 30 anni dalla sua realizzazione viene proposta una rilettura del celebre progetto di Aldo Rossi per il Teatro del Mondo edificio galleggiante ancorato alla Punta della Dogana realizzato nel 1979 in occasione della mostra Venezia e lo spazio scenico utilizzato nel 1980 dal Settore Teatro per la prima edizione del Carnevale di Venezia e trasportato via mare nell estate del 1980 al Festival Teatrale di Dubrovnik…

Lascia un commento