L’ostello del Plebiscito di Catania ti invita alla festa di Sant’Agata

12/01/2011 · Ostelli e alloggi economici


Tra poco meno di un mese Catania verrà travolta dai festeggiamenti in onore della sua Santa Patrona, l’amatissima Sant’Agata. Una festa sentitissima in Sicilia e non e che attira nella città etnea oltre un milione di visitatori, tra i devoti della santa e quelli che semplicemente vogliono godersi l’immenso spettacolo di Catania al massimo del suo splendore.

La festa di Sant’Agata ha luogo dal primo al 6 di Febbraio e coinvolge tutta la città con cortei religiosi, eventi folkloristici e feste scatenate, con tanto di spettacoli pirotecnici! Una tradizione che negli anni non ha mai perso importanza e, anzi, diventa sempre più vissuta anche da turisti che arrivano da molto lontano (è una delle feste religiose più sentite al mondo).

Assolutamente da non perdere il lunghissimo corteo (può durare fino all’alba) che il 4 e il 5 febbraio attraversa Catania: la folla di devoti guida il fercolo per le principali vie e piazze della città, sventolando fazzoletti bianchi e scandendo il coro incessante che detta il ritmo della sfilata: ‘Cittadini, cittadini, semu tutti devoti tutti’.

Partecipare dal vivo alla festa di Sant’Agata è un’esperienza unica e indimenticabile e per questa ragione l’Ostello del Plebiscito ha deciso di proporre a tutti gli ospiti che soggiorneranno nel periodo dall’1 al 6 di febbraio un’offerta davvero speciale: chiunque prenoti almeno 3 notti, pagherà soltanto 15€ a notte, colazione inclusa e easy check-out (signifiac che il check out potrà essere fatto oltre i termini usuali…in parole povere anche se la notte del 6 farai tardi a causa dei festeggiamenti la mattina del 7 potrai lasciare l’ostello con tutta calma).

Insomma, un’occasione da non perdere per vivere la festa di Sant’Agata da una posizione privilegiata: il 4 febbraio, infatti, il fercolo passerà proprio davanti l’Ostello del Plebiscito, accompagnato dalla devozione e dal folklore tipici della festa.

· Ostelli e alloggi economici

Previous post:

Next post: