La papera gigante con l’animo globetrotter

Le paperelle gialle di gomma evocano tanti bei ricordi dell’infanzia, tutti infatti sono passati per il bagnetto nella vasca e la sua compagnia è un evergreen in quei momenti.

Bene, sarà per questo fascino ancestrale, sarà perché è un’icona che racchiude un enorme potenziale di simpatia, ma negli ultimi tempi un’enorme papera gonfiabile sta conquistando le luci della ribalta, salpando i mari e sbarcando sui porti delle città più celebri al mondo.

papera giganteLa papera gialla gigante (è alta ben 16 metri e mezzo!) ha fatto le sue prime apparizioni nel 2007 e finora era stata avvistata a Osaka (Giappone), Sydney (Australia), San Paolo (Brasile) e Amsterdam (Olanda). E ora la simpatica paperetta è arrivata a galleggiare anche sul porto di Victoria ad Hong Kong (dove si potrà ammirare ancora per qualche settimana nell’Ocean Terminal).

paperaosakaDietro questa bizzarra iniziativa si cela l’opera di Florentijn Hofman, artista concettuale olandese che un po’ per gioco e un po’ per sfida ha deciso di portare in giro per il mondo la sua papera colossale. Citando le sue parole: “La papera gigante non conosce confini, non discrimina, non ha connotazione politica…semplicemente evoca ricordi d’infanzia in grado di connettere chiunque”.

Diciamo che il valore artistico dell’opera può essere opinabile, mentre la curiosità e l’attrazione mediatica che porta in sé sono fuori discussione. A quando la super papera in Italia?

STEFANO COMPAGNO
HOSTELSCLUB TEAM

2 Comment

  1. antonio says:

    Continuate così, bravi!

  2. roma says:

    Non mi capita mai di fare commenti sui blog che leggo, ma in questo caso faccio un’eccezione, perché il blog merita davvero e voglio scriverlo a chiare lettere.

Lascia un commento